Home Il mondo del Vino Fiere L'Oltrepò Pavese dichiara guerra all'Unione Europea

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it
L'Oltrepò Pavese dichiara guerra all'Unione Europea PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Dell'Era   
Giovedì 16 Aprile 2009 21:36
Al Vinitaly il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese si prepara alla guerra: ricorso legale contro contro la Ue che apre al rosé di sintesi. Il direttore, Carlo Alberto Panont, in uno stand dedicato al rosa del Cruasé (spumante rosé naturalmente ottenuto da Pinot nero con il Metodo Classico Docg), spinge il governo a scendere in campo. «Come Consorzio - annuncia Panont -, ci appelleremo al tribunale di prima istanza di Bruxelles contro la scelta di autorizzare il rosato da miscellanea tra vini bianchi e rossi. Se al nostro intervento legale si unirà anche il ministero, andremo alla Corte europea. Creeremo un’alleanza italo-francese». Panont è chiaro: «Il rosé non può e non dev'essere trasformato in un taglio tra rossi e bianchi. Non ci accontenteremo neppure della menzione “rosé tradizionale” in etichetta. Per distinguere prodotti genuini da mix di laboratorio serve ben altro». Il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese va così alla guerra del rosé e chiama alla mobilitazione l'Italia.

«Il ministro Luca Zaia - dice Panont - ha inaugurato il Vinitaly parlando del rosé tradizionale come di un valore da tutelare. Noi siamo qui, pronti ad affiancare il governo italiano in sede europea per non far passare una riforma che rischia di cancellare un pezzo di storia della vitivinicoltura italiana di qualità. La nostra è una battaglia per i produttori e soprattutto per i consumatori, che non vanno ingannati».
 
Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Aprile 2009 21:36
 
Tophost Hosting
Copyright © 2018 Marco Dell'Era. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Pubblicità

Link consigliati:
Tophost Hosting

Cerchi lavoro?

www.jobrapido.it

Che lavoro cerchi?

mansione, parole chiave, ecc.

Dove?

comune, provincia o regione